Joomla Free Templates by BlueHost Coupon

Un torneo di burraco per il recupero del nostro patrimonio storico-artistico

Sabato 9 maggio, nella splendida cornice del Casale di Tor di Quinto, si è svolto il secondo torneo di burraco dell’anno rotariano. Occasione particolarmente lieta, dato che ricorrevano anche i cinquantuno anni del matrimonio tra Adolfo e Tommasina.

I fondi raccolti sono destinati alla realizzazione del nostro progetto sul territorio, il restauro del sarcofago romano di Selene ed Endimione, custodito nel Museo Nazionale delle Terme.

Il club ha risposto con il consueto entusiasmo, vivendo un momento di grande familiarità.

Nel primo pomeriggio siamo stati accolti con una sontuosa colazione da Marianna Macedonio, la proprietaria della struttura, sempre pronta a farsi in quattro pur di agevolare le nostre iniziative benefiche.

Il torneo, anche stavolta, è stato arbitrato da Nando e Giulia Visione, che mai, in questi anni, hanno fatto mancare la loro presenza. La professionalità e la gentilezza di cui sono portatori danno lustro alle nostre iniziative.

Il torneo si è svolto attraverso quattro sfide per ciascuna coppia.

Quest’anno il gentil sesso ha conquistato ogni posizione di vertice. Prime classificate due amiche del nostro prefetto, Maria Grazia e Patrizia.

               

Il secondo premio è stato assegnato alla nostra Daniela Gilardi, che giocava in coppia con il suo fidanzato e già da tempo non aveva celato le proprie ambizioni di palmares.

Terza classificata la coppia capitanata da Giulia Visione.

Il presidente pure in quest’occasione ha giocato in coppia con la propria moglie Paola. Il risultato finale è stato leggermente migliore del solito (ottavo posto). Molto divertente è stato lo scontro con il presidente eletto, che giocava insieme alla moglie Francesca. Luigi, con la consueta signorilità, ha fatto di tutto per limitare le dimensioni della sconfitta del presidente, il quale è riuscito nella non facile impresa di chiudere un burraco con una pinella, quando in mano aveva la carta per farlo puro.

Sulla carta, molto temibile appariva la coppia formata da due past president, Gianluca Fonsi e Marco Degli Abbati, ma la dea bendata – veramente decisiva in questo giuoco - non ha loro arriso.

La premiazione è avvenuta al termine del torneo. Insieme a Gaia Montesoro e a Patrizia Degli Abbati, sempre molto attive nella vita della nostra associazione, il presidente, dopo avere brevemente illustrato le finalità della raccolta dei fondi della serata, ha consegnato i premi (quest’anno delle pregevoli cornici d’argento, di varie dimensioni).

Molto gradita la cena, svoltasi in un clima allegro e veramente familiare, sotto la stretta vigilanza del nostro prefetto Francesco Caristo.

Alla stessa si sono aggiunti anche Franco e Lucilla Bonavita, in compagnia di Claudia e dei loro inseparabili amici Giancarlo e Veronica Sales.

Proprio un bella giornata, insomma, vissuta secondo i migliori ideali rotariani, in grande armonia e serenità.

Molti si sono spesi per il successo dell’iniziativa. Un grazie speciale a Michele e Gaia, a Marco e Patrizia, al nostro prefetto e a Daniela, che hanno coinvolto amici numerosi, a Vincenzo, che non ha fatto mancare il suo contributo.

Visite: 2094

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando sul pulsante INFO.