Joomla Free Templates by BlueHost Coupon

 

Il Rotary Club Roma Mediterraneo viene alla luce il 18 Aprile del 2002 quando, alla presenza dell’allora Governatore del Distretto 2080, Antonio Lico, veniva firmato lo Statuto e il Regolamento di Club.

Il Club origina dalla fusione di due potenziali Club, che stavano per nascere per “gemmazione” dai loro due Club “padrino”, Roma Olgiata e Roma Sud-Ovest i quali, in modo inconsapevole l’uno dell’altro, stavano già da qualche tempo portando avanti i propri processi di costituzione; alla fine di un processo piuttosto lungo e complesso, i due Club convergono sul regolamento, sul nome, sulla sede di rappresentanza di Palazzo Barberini, sul Presidente e sul Consiglio, identificando nella “Fratellanza tra i Popoli” la propria “mission” prioritaria, sulla base di quanto indicato dallo stesso Paul Harris.

È su questa visione condivisa, ancora oggi utilizzata come “stella polare” per le proprie attività, che i Soci fondatori del nuovo Club - Altamura, Bacchini, Bucci, Caristo, Ciarlo, Damiani, De Santis, Fonsi, Marcellini, Marenda, Massa, Montesoro, Murè, Notarantonio, Palermo, Pezzolet, Ruggeri, Spadea, Testa, Trequattrini, Vanin A. - hanno trovato l’entusiasmo e la motivazione per superare le divergenze ed allargare lo sguardo su qualcosa di più alto e sfidante.

Presidenti del Rotary Club Roma Mediterraneo

Di seguito alcuni dei progetti posti in essere:

  • Costruzione di pozzi d’acqua per le popolazioni del Benin (2006/2007);
  • Donazione alla ONLUS “Tutti giù per Terra” di due asinelli per la onoterapia di bambini autistici (2008/2009);
  • Donazione pullmino alla ONLUS “Andrea Tudisco”, per il trasporto di bimbi affetti da gravi patologie presso i centri terapeutici (2011/2012);
  • Restauro del Sarcofago di “Selene ed Endimio” presso le Terme di Diocleziano (2014/2015);
  • Donazione di un pulmino all’Ordine dei Cavalieri di Malta per l’assistenza agli immigrati sull’isola di Lampedusa (2014/2015);
  • Realizzazione per la ONLUS “Lorenzo chiama il Congo” di una sala attrezzata ad uso ginecologico presso una struttura di Kinshasa (R.D. del Congo) (2015/2016);
  • Creazione di un laboratorio di registrazione musicale per disabili della ONLUS “La Maison” (2015/2016);
  • Donazione di un pulmino alla fondazione Alberto Sordi per la mobilità degli anziani (2017/2018);

 

Il Club ha inoltre intrapreso interventi e iniziative, come:

  • Istituzione della giornata del donatore per la raccolta di sangue; donazione di defibrillatori e relativa formazione in più scuole romane; programma di formazione sulla manutenzione edile per i detenuti di Rebibbia; assistenza ai bambini in Africa affetti precocemente da cataratta; sostegno alla mobilità di ipovedenti della UIC; istruzione ai familiari di persone affette da disabilità con interventi “Dopo di Noi”; interventi mirati al miglioramento delle condizioni di vita di anziani, portatori di handicap e famiglie disagiate.

 

Il Club è gemellato con il Rotary Club di Todi, con il quale si sono svolti diversi incontri.

Il Club sponsorizza il Rotaract Roma Mediterraneo fondato l’11 aprile 2007.

Il Club ha organizzato negli anni diversi RYLA in vari campi di interesse scientifico, quali l’ambiente, la medicina, la finanza, le competenze personali e d’impresa.

 

 

Visite: 944